901025818

Le letture consigliate da Stefano Tani, docente di ateneo

È tempo di vacanze e che si scelga il mare o la montagna la domanda rimane sempre la stessa: “Che libro porto in valigia?”. Per chi fosse rimasto indietro con le nuove uscite o sui consigli della critica ecco i consigli di Stefano Tani, docente di Letterature comparate e Critica letteraria in ateneo.

Il docente ha scelto per i lettori di “Univr Magazine” alcuni libri da leggere in viaggio o sotto l’ombrellone e ci ha dato alcuni suggerimenti utili per individuare il libro giusto da avere come compagno delle nostre vacanze.

Richard Matheson, Io sono leggenda, Fanucci.
Il libro che ha già avuto una trasposizione cinematografica, narra le vicende di Neville, l’ultimo superstite di un’epidemia che ha trasformato tutti gli esseri umani in vampiri. L’autore ispirandosi al film “Dracula” di Tod Browning, immagina di rovesciarne la situazione di base creando un mondo dominato da esseri mostruosi.

Sheridan Le Fanu, Le fanu Carmilla, Stampa Alternativa.
Attraverso l’immaginario comune siamo abituati a identificare i vampiri come esseri maschili. Carmilla, la protagonista di questo romanzo è invece un vampiro femminile. La sua figura, ricca di fascino e sensualità, ha anticipato la figura del “Dracula di Bram Stoker.

Haruki Murakami, After Dark, Einaudi.
Il romanzo è ambientato a Tokyo durante una notte e racconta l’incontro tra Mari e Takahashi, La trama del romanzo si costruisce sulla permeabilità tra il mondo reale e quello onirico e sul tema dell’alienazione, motivi ricorrenti nelle opere di Murakami.

Raymond Chandler, Il grande sonno, Feltrinelli.
Il primo libro della serie di romanzi che ha come protagonista il detective privato Philip Marlowe. Un grande classico del genere poliziesco che ha ispirato generazioni di scrittori.

Ray Bradbury, Cronache marziane, Oscar Mondadori.
Il libro è una raccolta di ventotto racconti di fantascienza  legati fra di loro dal tema comune della futura esplorazione e colonizzazione del pianeta Marte. Meno famoso di “Fahrenheit 451”, “Cronache marziane” resta un libro fondamentale nella carriera di Bradbury in quanto si spinge oltre le categorie del genere fantascientifico esplorando il sentimento di nostalgia nei confronti di una vita più vicina alla natura.

Raymond Carver, Cattedrale, Einaudi.
Una delle raccolte di racconti di un grande maestro della scrittura breve. Frasi brevi, ritmo cadenzato e periodi formati da un’unica principale definiscono uno stile scrittorio basato sulla costante e laboriosa ricerca formale. L’essenzialità della vita quotidiana.

Alvaro Mutis, L’ultimo scalo del Tramp Steamer, Adelphi.
Abbandonate le vicende di Maqroll il Gabbiere, Mutis disegna con le sue parole i legami  tra il protagonista Jon Iturri,  lo Tramp Steamer, sconquassato mercantile di cui è  il capitano, e il suo grande amore, la giovane libanese Warda. Un viaggio per il mondo dal sapore malinconico e intenso.

Il professore per le letture estive consiglia di orientare la nostra scelta verso forme brevi e allo stesso tempo coinvolgenti, da leggere tutto d’un fiato. Libri da leggere uno dopo l’altro per non vivere una sola vacanza ma per darci la possibilità di visitare tanti altri mondi.