Montagna: cosa mi racconti?

Appuntamento con il Verona Mountain film Fest in ateneo promosso dalla Commissione sostenibilità

Verona Mountain film Festival, giunto alla terza edizione, fa tappa all’università di Verona con l’appuntamento “Montagna: cosa mi racconti?”. Giovedì 22 febbraio a partire dalle 17, nell’Aula T2 al Polo Zanotto, saranno proiettati i film fuori concorso legati al tema della montagna.

Ad aprire l’appuntamento, dedicato alla comunità universitaria e alla città, saranno i saluti di Roberto Gualdi, presidente di Associazione Montagna Italia e di Veronica Polin presidentessa della Commissione Sostenibilità di ateneo. Massimo Lanza membro della Commissione Sostenibilità di ateneo proporrà una chiave di lettura “sostenibile” dei filmati proiettati. A seguire si terrà, infatti, la proiezione dei cinque film fuori concorso: Terra di Jarvier Galán and Saray García, Spagna, 2016, musicato; Himalayan last day di Mario Vielmo 2016, Italia, lingua italiana, inglese, nepalese, con sottotitoli in Italiano; Metronomic di Vladimir Cellier, 2015, Francia in lingua francese con sottotitoli in Italiano; Permafrost di Dennis Timm M.A.,Germania 2016, in tedesco con sottotitoli in italiano; Al silencio di Mariano Cócolo, Spagna, 2016, lingua spagnola con sottotitoli in inglese.

 

Verona Mountain Film Festival 2018 , in programma da martedì 20 a sabato 24 febbraio nell’auditorium del palazzo della Gran Guardia, è stato presentato il 15 febbraio a Palazzo Barbieri. Ad introdurre l’iniziativa Roberto Gualdi, presidente dell’Associazione montagna Italia, che ha dato la parola ai numerosi partner del progetto, tra cui Alessandro Camagna, presidente dell’associazione Club alpino italiano di Verona. Al tavolo dei relatori anche i rappresentanti dell’università di Verona, che patrocina questa edizione del festival, Marta Ugolini, delegata del rettore alla Comunicazione integrata dell’ateneo e Matteo Nicolini, vicepresidente della commissione Sostenibilità dell’ateneo.

 

 

Con le proiezioni dei migliori film di arrampicata, alpinismo ed esplorazione,  il Festival propone un concorso cinematografico  allo scopo di promuovere gli ambienti delle cosiddette “Terre Alte del Mondo” e per scoprirli attraverso l’esplorazione, l’arrampicata, l’alpinismo. Il contest è aperto a tutti i registi e produttori (Società, Associazioni e singoli) italiani e stranieri. Possono essere iscritti film, documentari e opere a soggetto, di corto, medio e lungometraggio. In abbinamento al concorso cinematografico, Verona Mountain Film Festival promuove anche un concorso fotografico dedicato al tema della montagna, paesaggi e natura dal livello dolomitico al livello internazionale.

L’ingresso a tutti gli appuntamenti è libero.

 

 

 

Allegati