Il senso della memoria (quei 102 anarchici nei lager nazisti)

Ultimo appuntamento con le celebrazioni in ricordo della Shoah, il 14 febbraio, alle 17, nell’aula T1 del Polo Zanotto

Si concludono il 14 febbraio le celebrazioni organizzate dall’ateneo, in ricordo della Shoah. Dopo aver commemorato la Giornata della memoria con una conferenza sul ritorno a casa dei deportati, uno spettacolo teatrale dedicato a Primo Levi e un concerto sulle note delle musiciste deportate, l’università propone, il 14 febbraio, alle 17, nell’aula T1 del Polo Zanotto (viale dell’Università, 4), la conferenza “Il senso della memoria (quei 102 anarchici nei lager nazisti)”. Franco Bertolucci, direttore della biblioteca Franco Serantini di Pisa, e Paolo Finzi, redattore di A-rivista anarchica, dialogheranno con Maurizio Zangarini, già docente di Storia contemporanea in ateneo, e Andrea Dilemmi, dottore di ricerca in Scienze storiche e antropologiche all’univeristà scaligera.

Prosegue fino al 20 febbraio la mostra fotografica allestita nella biblioteca Frinzi (via San Francesco 20) “In treno con Teresio. I deportati del trasporto 81 Bolzano- Flossenbürg 5-7 settembre 1944”, realizzata in collaborazione con l’Aned, associazione nazionale ex deportati, raccogliendo le testimonianze dirette, tra cui quella di Vittore Bocchetta, artista ed esponente della Resistenza, veronese d’adozione, tra i pochi sopravvissuti al trasporto 81. La mostra espone anche alcune delle sue opere.

Tutti gli eventi rientrano nell’ambito di Memoria memorie e sono organizzati in collaborazione con l’Aned, associazione nazionale ex deportati, e con l’ Ivrr, Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea.