Massimo Salgaro a Parigi per approfondire lo studio sull’empatia letteraria

Il docente del dipartimento di Lingue e letterature straniere è stato scelto dall’Institute for advanced study insieme a venti ricercatori provenienti da tutto il mondo

Dall’università di Verona all’Institute for advanced study di Parigi. Massimo Salgaro, docente di Letteratura tedesca del dipartimento di Lingue e letterature straniere, è stato invitato dall’istituto di ricerca francese per svolgere una ricerca sull’empatia letteraria. Il progetto lo vedrà impegnato per l’anno accademico 2017-2018.

La ricerca, dal carattere interdisciplinare fra teoria della letteratura e scienze cognitive, verte sull’empatia durante la lettura letteraria, ovvero sul legame emotivo che si crea fra lettore e personaggi fittizi. Il progetto, che si concentrerà sulle differenze nella ricezione di personaggi positivi e negativi e su quelle fra empatia e compassione, è stato presentato con un video sul canale Youtube dell’istituto di ricerca parigino.

“Spero di riuscire a filtrare e tesaurizzare il meglio di questa stimolante esperienza per metterlo a disposizione dell’università di Verona quando rientrerò”, afferma Salgaro. L’Institute for advanced study è, infatti, un prestigioso punto di riferimento nel campo delle scienze umane e sociali, sostenuto dalle maggiori università e istituti di ricerca della capitale francese.

“L’istituto mi ha invitato assieme ad altri venti ricercatori provenienti da tutto il mondo e ha deciso di finanziare una mia ricerca sull’empatia letteraria”, ha spiegato Salgaro. “Molti ricercatori provengono da prestigiose università americane come Princeton e Harvard. Qui si ha la possibilità di svolgere ricerche interdisciplinari come la mia che si colloca fra teoria della letteratura e scienze cognitive. Inoltre ho avuto modo di prendere contatto con il mondo accademico francese che, a volte, pare poco incline ai contatti con l’esterno”.