Fare Open Access: cosa significa diffondere il sapere in ottica open

Giovedì 8 giugno, alle 17.30, sarà presentata nella Società letteraria il volume curato da Simone Aliprandi

La Società letteraria di Verona ospiterà,  giovedì 8 giugno, alle 17.30, la presentazione del libro “Fare Open Access. La libera diffusione del sapere scientifico nell’era digitale”, curato da Simone Aliprandi e recentemente pubblicato da Ledizioni.  L’incontro nasce dalla collaborazione tra l’area Ricerca e il master in Editoria dell’ateneo scaligero, e vedrà la partecipazione, oltre che del curatore del volume, di Mario Pezzotti, delegato del rettore alla Ricerca, Lorenzo Albertini, docente di Proprietà intellettuale e diritto dell’editoria del Master e Nicola Cavalli, direttore editoriale di Ledizioni e coautore dell’opera.

Il libro affronta con approccio positivo e operativo il tema strategico della diffusione del sapere scientifico in ottica open. L’Open Access, infatti, è diventato uno degli obiettivi chiave delle politiche dell’innovazione dell’Unione Europea e dei principali paesi industrializzati. Per questo, è fondamentale conoscerne i lineamenti teorici e le concrete potenzialità.

Gli autori sono tutti professionisti attivi da molti anni in questo campo e hanno quindi il polso delle questioni emergenti e delle maggiori criticità non solo da un punto vista teorico-dottrinale. Ognuno di loro affronta da diverse prospettive il tema più generale della comunicazione scientifica e quello pratico di come fare Open Access nell’attuale panorama ormai fortemente volto al digitale.
Il testo è completato da un’utile appendice con i documenti di riferimento, come i principali testi-manifesto e le norme attualmente in vigore a livello nazionale e internazionale.

Il curatore Simone Aliprandi ha un dottorato di ricerca in Società dell’informazione ed è un avvocato che si occupa di consulenza, ricerca e formazione nel campo del diritto della proprietà intellettuale, in modo particolare sul mondo delle licenze open e delle nuove frontiere per il diritto d’autore nell’era digitale. Nel 2005 ha fondato il progetto Copyleft-Italia.it (primo progetto italiano di divulgazione sul tema delle licenze open) e dal 2009 è membro del network di professionisti specializzati Array. Svolge costantemente attività di docenza presso enti pubblici e privati, ha all’attivo diverse pubblicazioni (tutte rilasciate con licenze libere) ed è autore per diverse testate web. Oltre al recente “Fare Open Access”, tra le sue opere più conosciute ci sono “Capire il copyright. Percorso guidato nel diritto d’autore”, “Creative Commons: manuale operativo” e “Il fenomeno open data”.

La casa editrice Ledizioni http://www.ledizioni.it/ nasce a Milano nel 2007 a opera di Eleonora Weihs e di Nicola e Lorenzo Cavalli. Ledizioni riprende l’attività editoriale della L.E.D.I., interrotta nel dopoguerra, e pubblica saggistica scientifica di alta qualità, ristampa opere esaurite o fuori catalogo, pubblica su diverse piattaforme in digitale, in formato epub, mobi e in diverse modalità per le piattaforme mobili.