Oltre 700 neurologi a Verona per un congresso che si è svolto in Gran Guardia dal 17 al 19 maggio

Oltre 700 neurologi si sono dati appuntamento a Verona per il terzo congresso dell’Accademia Italiana per lo studio della malattia di Parkinson e dei Disordini del Movimento (Accademia LIimpe-Dismov), che si è svolto dal 17 al 19 maggio al palazzo della Gran Guardia.

Il congresso è stato l’occasione per presentare le più recenti scoperte scientifiche e fare il punto sulle novità in ambito clinico. La scelta di Verona come sede per questo prestigioso evento conferma l’eccellenza, riconosciuta a livello internazionale, degli studi e delle ricerche condotti su questa patologia dal “Centro Parkinson e Disordini del Movimento” dell’Azienda ospedaliera universitaria di Verona, diretto da Michele Tinazzi del dipartimento di Neuroscienze, Biomedicina e Movimento dell’università di Verona e presidente del congresso.

La malattia di Parkinson risulta essere la seconda più comune patologia neurodegenerativa dopo la malattia di Alzheimer, con una prevalenza stimata del 2% nella settima decade di vita. Quest’anno ricorre il duecentesimo anniversario della scoperta della malattia, portata alla luce dal medico inglese James Parkinson nel 1817.

22.05.2017