Città bene comune

Economisti e giuristi si sono confrontati sul tema

Regolamenti per la cura condivisa di beni comuni, coinvolgimento dei cittadini nella gestione delle risorse per prestazioni mediche, del servizio idrico, analisi del bilancio sociale, valorizzazione del turismo, integrazione tra i servizi sociali e amministrazione della giustizia.

Questi e altri i temi al centro del convegno “La città come bene comune. Giuristi ed economisti a confronto per la progettazione di una città condivisa” che si è tenuto il 16 febbraio, al silos di Ponente del polo Santa Marta. L’appuntamento è stato organizzata dalla Scuola di dottorato in Scienze Giuridiche ed economiche dell’università  con il Patrocinio del Comune di Verona – Presidenza del Consiglio comunale con il coordinamento scientifico di Tommaso dalla Massara, ordinario del dipartimento di Scienze giuridiche.

"Attraverso il convegno – ha spiegato dalla Massara –  Verona si è proposta come un laboratorio in cui docenti di giurisprudenza ed economia hanno propostoo strumenti tecnico-giuridici su cui fondare un nuovo modello di città bene comune, replicabile a livello nazionale".

22.02.2017