Skills factory

Il progetto, nato nell’ambito di Univerò, ha portato alla realizzazione dei piani di comunicazione per Edulife e Prospera

Due settimane di incubazione per realizzare i piani di comunicazione per Edulife e Prospera, associazioni no profit di Verona. L’iniziativa, chiamata Skills factory, si è svolta dal 7 al 18 novembre. I progetti sono stati sviluppati da due gruppi di lavoro, che avevano a disposizione un budget e una rete di professionisti a loro supporto.

Skills factory è lo sviluppo del workshop “Communication design for no profit organizations”, promosso da Futuro Lavoro nello spazio di Co-working 311 e realizzato nell’ambito di Univerò, il festival della formazione e del placement che si è svolto a fine ottobre. In occasione della serata conclusiva dell’iniziativa, i quattro gruppi partecipanti hanno esposto di fronte a una giuria i risultati di quattro giorni di lavoro. I due progetti migliori sono stati selezionati per la Skills factory.

“Io e il mio team abbiamo messo a punto una campagna di comunicazione per far conoscere la fondazione Prospera – ha dichiarato Carlotta, che ha conseguito la laurea magistrale in Comunicazione e marketing all’università di Verona nel 2014 – e ne abbiamo curato ogni aspetto, dalla stesura dei contenuti alla grafica. Pur circondati da esperti pronti ad aiutarci, nel complesso abbiamo avuto totale autonomia. Questo ha sicuramente comportato delle difficoltà, ma è stato al tempo stesso davvero formativo. Abbiamo gestito il lavoro in modo indipendente, proprio come una microimpresa.”

“A essere soddisfatti dei risultati ottenuti nel corso delle due settimane – hanno detto gli organizzatori – non sono stati soltanto i ragazzi coinvolti, ma soprattutto i committenti, che si sono detti entusiasti di vedere tanti talenti freschi e innovativi all’opera”.

07.12.2016