Presentato il centro di studi politici "Hannah Arendt"

Durante l'evento, che si è svolto il 29 novembre, presentazione del libro “Hannah Arendt e Kurt Blumenfeld. Carteggio 1933 – 1963”

Si è svolto il 29 novembre l'evento inaugurale del Centro di studi politici “Hannah Arendt”, nato all’interno del dipartimento di Scienze umane di ateneo. Durante l'incontro è stato presentato il volume “Hannah Arendt e Kurt Blumenfeld. Carteggio 1933 – 1963”, edito da Ombre corte, Verona. All'evento hanno partecipato la curatrice dell'edizione italiana del libro Sara Rapa e Olivia Guardaldo, docente di Filosofia politica di ateneo e direttrice del Centro.

Il Centro studi riunisce studiosi e studiose di diversa provenienza disciplinare e si avvale di un’ampia rete di relazioni e collaborazioni scientifiche a livello nazionale e internazionale. Tra le attività di maggior rilievo ci sono la ricerca filosofico-politica nel campo degli studi arendtiani e le ricerche su temi e problemi di particolare rilevanza per la riflessione sul mondo contemporaneo. Tra gli argomenti principali trattati dal centro ci sono libertà politica, felicità pubblica e democrazia, rapporto tra dimensione istituzionale e dimensione partecipativa della vita politica, con particolare riguardo ai nodi della cittadinanza, del potere e della violenza, dell’inclusione e dell’esclusione.

02.12.2016