Bilancio positivo per l’edizione 2016 di Job&Orienta

Oltre 1500 ragazzi hanno partecipato agli incontri organizzati dall’università di Verona

Si è chiusa con 72mila visitatori, il 10% in più rispetto al 2015, la 26esima edizione di Job&Orienta, il salone nazionale dell’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro, che si è svolta in Fiera a Verona dal 24 al 26 novembre. Buona anche la partecipazione agli incontri organizzati dall’università di Verona, con oltre 1500 ragazzi che hanno seguito gli appuntamenti dedicati a progetto Tandem, offerta formativa e offerta post lauream. In particolare grande successo per la giornata di presentazione dei corsi di laurea triennale e magistrale a ciclo unico, che si è svolta il 25 novembre, con oltre 1200 partecipanti. In moltissimi, inoltre, si sono recati allo stand di ateneo dove gli studenti tutor hanno risposto alle domande delle future matricole.

“Imparare lavorando: in Italia si può”, il tema scelto per questa edizione della manifestazione che si è confermata un prezioso appuntamento di dibattito e confronto per gli operatori del mondo della formazione, gli studenti e le loro famiglie. Tra i grandi ospiti di quest’anno, i Ministri dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini, e del Lavoro e delle Politiche sociali Giuliano Poletti, che hanno aperto insieme la manifestazione incontrando i ragazzi.

Job&Orienta. Promosso da VeronaFiere e Regione del Veneto, in collaborazione con Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, il salone ha visto in rassegna oltre 500 realtà, tra scuole, enti di formazione, accademie e università, istituzioni, imprese, centri per l’impiego e agenzie di servizi per il lavoro, associazioni di categoria. Infine, sono stati più di 350 i relatori intervenuti nei 200 appuntamenti in calendario, tra convegni, dibattiti e workshop.

28.11.2016